Blog & News


Scale in vetro stratificato e temperato

Scale in vetro stratificato e temperato

Esteticamente di grande fascino, le scale in vetro conferiscono leggerezza all'ambiente e sono una soluzione d'arredo molto apprezzata oggi soprattutto nelle case moderne dallo stile minimale accostandosi in modo particolarmente armonioso con l'acciaio. La ringhiera in vetro fa acquistare alla scala valore, rendendola un elemento importante della stanza.

I vetri realizzati da Sav2000 per le scale in vetro, sono costruiti secondo le più severe norme di sicurezza. A seconda delle esigenze progettuali sono utilizzati vetri temperati e stratificati, nella versione naturale (float) o extrachiaro.

La tipologia di vetro stratificato, anche nominato”vetro laminato” è considerato “vetro di sicurezza”. Il vetro stratificato è un pannello composto da due o più lastre di vetro unite tra loro su tutta la superficie mediante l’interposizione di materiale plastico , in genere PVB (polivinilbutirrale) o anche l’utilizzo di intercalari rigidi speciali come per esempio SentryGlas, DG41, ES, etc. (per intercalare rigido si intende quello appartenente alla famiglia 3, così come definito nel prEN 16613:2013) La stratificazione impedisce la possibile caduta nel vuoto, al vetro di dividersi in molteplici frammenti nell’eventualità di una rottura accidentale, grazie allo strato intermedio di PVB che mantiene fissati a se gli strati di vetro che lo circondano evitando di mettere in pericolo oggetti o persone vicine.
La stratificazione impedisce al vetro di dividersi in molteplici frammenti nell’eventualità di una rottura accidentale, grazie allo strato intermedio di PVB che mantiene fissati a se gli strati di vetro che lo circondano evitando di mettere in pericolo oggetti o persone vicine.

La composizione minima per parapetti e balaustre (come riportato nella UNI 7697:2015) avente classe prestazionale 1B1 secondo la UNI EN 12600 deve prevedere uno spessore di intercalari plastici polimerici non inferiore a 0,76 mm. Nel caso alle componenti vetrate sia stata assegnata dalla UNI 7697 la sigla PR (post rottura) è necessario limitare il rischio di collasso immediato post rottura. Si assume che la resistenza residua post rottura possa essere ottenuta con l’utilizzo di lastre di vetro stratificato che siano composte da almeno uno dei seguenti elementi: vetro ricotto, vetro indurito, intercalare rigido che resti tale alle temperature di impiego della vetrata. Nei casi critici si consiglia di eseguire la verifica in condizioni reali.

Scopri la nostra soluzione